IGIENE ORALE PREVENZIONE

GENGIVE CHE SANGUINANO: COSA STA SUCCEDENDO?

11 Ottobre 2019
gengive che sanguinano cosa significa

-l’arrivo dei soldati a difesa-

E’ un po’ complesso, un po’ didattico, ma voglio provare ad accompagnarti a capire perché il sanguinamento della gengiva non è normale e cosa significa se è presente.

Un po’ di anatomia.

Quella che noi chiamiamo gengiva è l’unione intima di 2 tessuti:

  • Tessuto epiteliale (quello che noi vediamo, lo strato più esterno)
  • Tessuto connettivo (appena sotto, che dà struttura alla gengiva). Il tessuto connettivo, in condizioni di salute, è fatto di:
    • Fibre colllagene per il 60%
    • Fibroblasti (cellule che producono collagene e fibre) 5%
    • Vasi e nervi nel restante 35%

Cosa succede quando arriva uno stimolo nocivo. La risposta infiammatoria.

Quando è presente uno stimolo da cui il corpo deve difendersi succede che il nostro organismo si attrezza per portare il sistema immunitario, quindi le cellule del sangue deputate alla difesa, nel luogo in cui sono presenti i batteri nocivi.

Succede quindi che si modifica la struttura del connettivo: si perdono fibre collagene e si aprono nuovi vasi capillari per arrivare laddove ce n’è bisogno.

Gengivite.

Si avrà una gengivite quando l’accumulo di placca e quindi di batteri nocivi sarà tale da dare inizio ad una risposta infiammatoria importante.

Questa risposta può essere modificata dagli ormoni (es. pubertà, gravidanza) oppure da farmaci (es. fenitoina [antiepilettico]; ciclosporina [immunosoppressore]; nifedipina [antipertensivo])

Manifestazioni della gengivite.

La gengivite si manifesta con:

  • Arrossamento: per la maggior presenza di sangue.
  • Gonfiore: i capillari si aprono per far uscire le cellule della difesa e con loro liquidi e proteine, che gonfiano i tessuti.
  • Sanguinamento: la ricchezza di capillari che si sono creati, anche a livello molto superficiale rende molto facile il sanguinamento quando la zona viene stimolata.

Il sanguinamento è una cosa preoccupante?

Il sanguinamento è un campanello d’allarme. In assenza di situazioni di salute particolari o di assunzione di farmaci che ti ho citato prima, il sanguinamento ci indica la presenza di batteri dai quali il nostro corpo sta cercando di difendersi.

Noi possiamo aiutarlo. Possiamo intensificare la pulizia nella zona dove notiamo il sanguinamento.

Il sanguinamento non dev’essere visto come un deterrente alla manovre di pulizia, ma al contrario come stimolo a fare di più e meglio.

Gengive che sanguinano: può significare avere problematiche in futuro?

Ci sono sostanzialmente 2 possibilità quando l’infiammazione si protrae nel tempo:

  1. L’infiammazione si stabilizza e non avanza.
  2. L’infiammazione avanza e si sposta ai tessuti sottostanti, quindi all’osso, distruggendoli. Allora si parla di PARODONTITE, un processo che non prevede la restitutio ad integrum, a differenza di una gengivite che, se trattata, permette sempre di tornare alla situazione di salute di partenza.

La soluzione.

E’ conveniente sotto tutti i punti di vista non disturbare troppo il sistema immunitario e tener lontani i batteri nocivi. E tutto sommato è una cosa semplice, ma richiede costanza. Richiede di spazzolarsi bene i denti e pulire tutte le zone tra un dente e l’altro, tutti i giorni.


Ogni settimana mando una mail agli iscritti alla newsletter. Regalo informazioni che, se applicate, riducono drasticamente il ricorso al dentista. Puoi riceverla anche tu.

VOGLIO ISCRIVERMI

Se vuoi chiedermi qualcosa puoi farlo contattandomi via mail, Telegram o Messenger.

CONTATTAMI


You Might Also Like