DENTIFRICI PER LE GENGIVE

24 Luglio 2020
dentifrici per le gengive

Cosa troverai in questo articolo:

  • Dentifrici pensati per chi ha suscettibilità gengivale, tendenza a sviluppare gengiviti, gengive “delicate”.
  • Dentifrici che si prendono cura anche dei denti, non solo delle gengive.
  • Dentifrici facilmente reperibili con prezzi abbordabili.

Cosa NON troverai in questo articolo:

  • Tutti i dentifrici esistenti in commercio con ingredienti pensati per le gengive. Quasi ogni brand propone la linea gengive, ma non tutti hanno caratteristiche ugualmente interessanti.
  • Dentifrici erboristici, fitomedici. Quasi tutti questi prodotti trascurano l’aspetto mineralizzazione dei denti.
  • Indicazioni personalizzate: quelle te le dà il tuo igienista dentale.

Cosa devi sapere:

  • Il miglior aiuto per la prevenzione e la cura domiciliare dei problemi gengivali placca-correlati -la quasi totalità in pratica- sono gli strumenti meccanici usati bene (spazzolino, filo, scovolino-), non i prodotti.
  • I prodotti come i dentifrici possono essere considerati dei coadiuvanti, non la soluzione.

Dentifrici per le gengive.

  1. BIOREPAIR PERIBIOMA

Oltre ad avere, come tutta la linea Biorepair, proprietà interessanti legate alla presenza dello zinco, contiene probiotici tindalizzati, mastica di Chios, vitamine A, C, E e acido ialuronico.

In sostanza coniuga l’effetto antibatterico dello zinco alla presenza di probiotici, non vivi, ma in grado di occupare spazio fisico, rubandolo ai batteri. A favorire il trofismo delle mucose sono state aggiunte vitamine (in particolare la C è importantissima per la sintesi del collagene che rappresenta l’impalcatura gengivale) e acido ialuronico. La mastica di chios funge da prebiotico (nutrimento per i batteri buoni) oltre ad avere proprietà antibatteriche.

  1. BIOREPAIR PARODONGEL

L’ attività antibatterica dello zinco è stata affiancata alla presenza di lattoferrina, una proteina naturalmente presente nella saliva con attività batteriostatica (agisce legando ferro e quindi sottraendolo ai batteri, alcuni dei quali necessitano del ferro per replicarsi). Presenti anche Hamamelis Virginiana, Calendula, con proprietà cicatrizzanti, astringenti, antinfiammatorie e Spirulina, ricchissima di sali minerali.

  1. MERIDOL

Lo definirei la vecchia guardia. Uno dei primi dentifrici pensati per le gengive. Da molti anni in commercio, contiene fluoruro amminico (mineralizzante) e fluoruro stannoso (battericida e batteriostatico). Può macchiare, non sempre, in funzione dell’ambiente orale, ma sono comunque macchie facilmente rimovibili dall’igienista dentale. Per ovviare a tale problema è possibile utilizzare in alternativa i dentifrici AZ PRO EXPERT o ORAL-B gengive e smalto, entrambi contenenti fluoruro stannoso che, per la loro diversa formulazione, non macchiano.

  1. PARODONTAX

Un dentifricio salino con il bicarbonato come primo ingrediente. Normalmente il bicarbonato è considerato aggressivo sui denti ma, nel Parodontax, si trova in forma micronizzata acquisendo dunque un’abrasività minima. Il bicarbonato è antibatterico, antimicotico, astringente. La prima linea di dentifrici parodontax ha un sapore singolare che necessità di qualche tempo per abituarsi ed ha al suo interno olii e estratti di piante con proprietà antimicrobiche, astringenti, lenitive (menta, salvia, echinacea, mirra, camomilla, ratania). Nella formulazione Complete protection, più recente, il sapore è stato mascherato dalla presenza dello stevia, ma non sono presenti gli olii e gli estratti.

  1. FORHANS SPECIAL

Contiene cloruro di zinco che gli conferisce un’azione astringente e antisettica. Lo zinco inoltre compete con alcuni batteri cattivi, cosiddetti parodontopatogeni, ed interferisce con la formazione della placca.

  1. ZENDIUM

Sfrutta 2 sistemi, enzimatico e proteico che ne determinano un’attività antimicrobica e antinfiammatoria. In sostanza contiene enzimi e proteine (amiloglucosidasi, lattoperossidasi, lisozima, colostro, zinco gluconato) in grado di potenziare le difese naturali date dalla saliva.

  1. VITIS GINGIVAL

A base di cetilpiridinio cloruro (CPC), partenolo e lattato di zinco. Il CPC è antisettico. E’ in grado di abbassare la tensione superficiale della membrana batterica danneggiandola. Questo va ad aggiungersi all’attività dello zinco citata in precedenza.

Alla funzione battericida del CPC è stato addizionato il partenolo (provitamina B5) che stimola la produzione di fibroblasti (i produttori di collagene, l’impalcatura della gengiva) ed ha proprietà antinfiammatorie.

  1. EMOFORM

Come per il Meridol anche l’Emoform rappresenta uno dei primi dentifrici specifici per le gengive. Lo deve alla presenza di eseditina, una sostanza che, oltre ad essere efficace contro alcuni funghi, è un potente battericida ed ha un effetto astringente.

Dentifrici con CLOREXIDINA.

Poi si apre il capitolo dei dentifrici a base di clorexidina. La clorexidina è una molecola molto interessante, ma da usare con parsimona. Ne ho parlato qua (leggi qui).

E’ il caso di dentifrici come il CURASEPT, il GUM PAROEX, il DENTOSAN

C’è da dire però che Curasept, pur avendo come cavallo di battaglia i dentifrici a base di clorexidina tra i prodotti attenti all’aspetto gengivale, ha sviluppato la linea DAY CARE a base di oli essenziali, zinco, xylitolo e fluoro, utilizzabile dunque quotidianamente.

La meccanica vince sulla chimica.

La detersione meccanica rimane la miglior arma di prevenzione delle patologie che interessano i tessuti di supporto dei denti con eziologia batterica. I prodotti possono solo aiutare.

Questo elenco vuole essere un supporto alla scelta. Ha lo scopo di dare delle indicazioni sui principi attivi utili in caso di suscettibilità ai problemi gengivali, senza trascurare l’aspetto salute dei denti.


Ogni settimana mando una mail agli iscritti alla newsletter. Regalo informazioni che, se applicate, riducono drasticamente il ricorso al dentista. Puoi riceverla anche tu.


VOGLIO ISCRIVERMI

Se vuoi contattarmi, cliccando sul bottone di seguito, accedi ai miei contatti. Rispondo sempre.


CONTATTAMI


Pedersen AML, Darwish M, Nicholson J, Edwards MI, Gupta AK, Belstrøm D. Gingival health status in individuals using different types of toothpaste. J Dent. 2019;80 Suppl 1:S13-S18. doi:10.1016/j.jdent.2018.08.008

JPMA Zinc: A precious trace element for oral health care? Tayyaba Fatima, 1 Prof. Dr. Zubaidah Binti Haji Abdul Rahim, 2 Chai Wen Lin, 3 Zeeshan Qamar4

You Might Also Like